Il primo segno tangibile: è ora di smettere di procrastinare.

2015-02-04-18.24.27In questi giorni sto facendo un piccolo compito a casa previsto da un percorso di personal branding. Se non sai cos’è, non preoccuparti, ne parlerò ancora (ma tanto, probabilmente, l’hai già cercato su Google).

Dicevo: il compito. Sto cercando di conoscermi meglio attraverso gli occhi degli altri, provare a vedere quello che notano e ricordano di me le altre persone, mettermi in discussione. Si tratta di un tassello fondamentale che mi serve per avere un quadro completo di chi sono e poter ragionare su chi voglio essere tra dieci anni per poter camminare nella direzione giusta.

Oggi però mi sono guardata meglio anche con i miei occhi stanchi e ho scoperto qualcosa che prima non esisteva: un capello bianco. Lo vedi? Proprio lì, sulla destra della fotografia. Ho deciso di immortalare il momento per quando saranno molti di più e io vorrò ricordarmi del capostipite della famiglia.

Nel vederlo non ho pensato, bensì ho sentito una consapevolezza. Non è più tempo di procrastinare, non sono più una ragazzina sprovveduta, sono sempre giovane ma abbastanza matura da prendere le decisioni che determineranno la direzione della mia vita. So già che è molto più semplice scrivere queste poche righe che mantenere la determinazione e la costanza nelle scelte quotidiane, ma questo piccolo amico pallido sarà sempre al mio fianco a ricordarmi questa lezione.

Oggi, quattro febbraio duemilaquindici, è ora di smettere di procrastinare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...